spose inverno juma magazine

Spose d’Inverno

Il matrimonio fuori stagione: una tendenza sempre più diffusa, affascinante, stimolante…

Chiara non si è mai pentita. Ha detto sì al suo Leonardo con il freddo, quasi vent’anni fa, quando sposarsi d’inverno era quantomeno inconsueto. Avevano il desiderio di farlo presto e con un solo vincolo: che la data cadesse il 12, perché era un numero a loro molto caro.
Il calendario ha voluto che fosse marzo, mese pazzerello per antonomasia. Quel giorno andò tutto per il meglio e la data portò bene evidentemente, perché tuttora sono felici e hanno tre figli magnifici. Anche Paola e Simone l’hanno fatto “strano”, il 25 ottobre. Di figli ne hanno due e anche il loro matrimonio è di quelli che funzionano.
Quello che fino a poco tempo fa era insolito, oggi è diventata quasi una moda. E molto chic. Senz’altro si potrebbe rivelare come una delle scelte più sagge da prendere, dal momento che i vantaggi sono senza dubbio maggiori rispetto agli inevitabili aspetti negativi, legati proprio al meteo. E’ anche vero che l’estate 2014 ha scardinato ogni previsione in questo senso, con piogge, grandinate e nubifragi quasi ad ogni fine settimana!
Nel caso scegliate l’inverno o l’autunno, la cosa perlomeno è calcolata. E quello che nei matrimoni estivi è visto come guastafeste e costringe ad avere in tasca piani B che stravolgono l’organizzazione e hanno il sapore del ripiego, qui è completamente escluso. Anzi, gli sposi magari incroceranno le dita perché possa arrivare la neve a rendere tutto ancora più magico!
Non ci sarà certamente la fila per prenotare la chiesa più ambita, anche se il tempo dell’Avvento (preparazione al Natale) e quello della Quaresima (preparazione alla Pasqua) sono periodi di particolare significato per la comunità cristiana e, se è possibile, sarebbe bene rimandare in altri periodi la celebrazione delle nozze. Tuttavia potrete parlarne con il parroco.
Certamente potrete avere più facilmente le aree più belle di ville e ristoranti che a volte si trovano ad accogliere anche più eventi nello stesso giorno.
Che siate voi ad organizzarlo o che affidiate il vostro giorno più bello ad un wedding planner, certamente avrete la possibilità di creare un’atmosfera unica e indimenticabile, scegliendo delle location dagli interni eleganti, come le ville storiche. Così anche i camini, che in genere fanno bella mostra di sé, potranno essere visti in tutto il loro splendore.Accesi, ovviamente, per riscaldare l’atmosfera in tutti i sensi. La stessa cosa vale per alcuni ristoranti o casali dotati di grandi focolari in grado di regalare, assieme alle candele, una luce incredibile.
Anche le mise en place in inverno possono essere elegantissime, traendo spunto dai molti temi invernali. Pensate ad esempio alla neve e al ghiaccio, con cristalli swarovski o perle…
Per una sposa l’abito è senza dubbio importantissimo. E non crediate che in inverno la scelta sia meno ricca. Prima di tutto perché in genere sono gli stessi stilisti proporre due collezioni ogni anno, proprio per andare incontro a chi sceglie di sposarsi in stagioni diverse. Solitamente si utilizzano tessuti come la seta, che più di altri trattiene il calore, la flanella e la microfibra. Una tendenza per il futuro è quella di usare la stoffa per creare sull’abito grandi e romantiche rose.
Spesso abbinati ci sono dei coprispalle o delle giacche che possano assicurare calore alla sposa quando è all’esterno. Se volete osare, potrete scegliere un giacchino in pelle, con qualche punto luce. Una stola in pelliccia bianca potrà risolvere il problema delle temperature più rigide ed è senz’altro la soluzione più glamour. Chi ama gli animali ne può trovare di belle e morbidissime, anche
sintetiche.
I colori per le spose d’inverno sono il bianco, l’avorio, il grigio, l’argento, ma se lei volesse un tocco di originalità, soprattutto nel caso di una cerimonia civile, potrebbe osare con qualche accessorio colorato, addirittura acceso come il rosso. Oppure si possono adottare, volendo, anche le usanze fashion che arrivano dall’America e dai paesi freddi, ovvero indossare un maglione di lana (avete
capito bene!) sopra il corpetto dell’abito. Non un maglione qualsiasi, ma di lana pregiata come il cachemire, da abbinare con guanti in seta o raso. E se dovesse piovere? In quel caso si può giocare anche sugli stivali da pioggia personalizzati!
E che dire dello sposo e degli invitati… Gli uomini non rischieranno la lessatura, come spesso accade in primavera o in estate. Lo sposo con la cravatta slacciata, se non addirittura in maniche di camicia arrotolate, sarà del tutto evitabile (e anche il trucco della sposa e delle sue ospiti durerà di più!).
Ammettiamo che il lavoro per il fiorista sarà un po’ più difficile. Ma ci sono dei fiori che sbocciano con il freddo, come gli amaryllis, fiori molto grandi che possono essere bianchi candidi o rosso acceso. Ne basta qualcuno per creare un bouquet d’effetto, lasciando il gambo lungo. Si può andare sul sicuro anche con un mazzo di orchidee bianche cascanti, oppure si possono usare anche le rose di Natale, che sbocciano proprio nei mesi più freddi e si trovano in varie tonalità, dal bianco candido, al rosa, al verde. Persino il nero, che va però centellinato. Se vi piacciono le rose, sceglietele candide utilizzando qualche bacca rossa per un tocco di originalità.
Le foto. Non ci crederete, ma i fotografi vi saranno grati, perché a volte la luce regalata dai cieli invernali, è impagabile. E con pioggia e neve i professionisti sapranno certamente dare il meglio. Senza contare che gli scatti all’interno delle location prescelte saranno bellissimi, in un contesto particolare, giocando magari con la naturale luce delle candele.
Infine sposarsi d’inverno è anche una scelta vantaggiosa dal punto di vista economico, perché sarete considerati “fuori stagione” e in genere i servizi hanno dei costi inferiori rispetto alle scelte canoniche. Questo vi darà modo di risparmiare, magari per il viaggio di nozze. Su questo fronte potrete regalarvi un po’ di calore, scegliendo qualche meta esotica. Ma pensate a quanto possa essere appetibile anche una luna di miele in montagna, sugli sci, avendo come base una romantica baita… Oppure potrete sempre optare per le città d’arte che a ridosso del Natale sono splendide,
già addobbate a festa.
Al momento i matrimoni fuori stagione sono solo uno su dieci. Ma il loro numero, ne siamo certi, è destinato in breve tempo ad aumentare.


© copyright Juma Magazine 2015 - Sito realizzato da CRABBIT

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial