fbpx
marco marzinotto fedi nuziali

Una Fede… Unica®

Marco Marzinotto ha brevettato un’idea originale: gli sposi possono
creare insieme il simbolo della loro unione, a loro immagine.

“Sono figlio d’arte, nel senso che i miei genitori, ma ancora prima i miei nonni, qui a Bressanone hanno sempre lavorato nel settore della gioielleria. Io, però, mi sono appassionato ai matrimoni circa vent’anni fa. Volevo dare agli sposi qualcosa di straordinario, legato al simbolo che li unirà – io lo spero sempre – per la vita. E ho brevettato e messo a punto assieme ad una grande azienda
di Vicenza, un’idea innovativa: dare l’opportunità agli sposi di creare insieme la fede che si scambieranno davanti all’altare, piuttosto che in Comune.

I GIOVANI HANNO PERSO FAMIGLIARITÀ CON I GIOIELLI

In questo modo anche scegliere le fedi diventa un momento particolare nel cammino che porta al matrimonio, di ulteriore intesa e complicità tra gli sposi. Ma il concetto di gioiello legato ai metalli preziosi, in questi anni è andato perdendosi, in virtù di quanto il mercato, per mille motivi, ha proposto e continua a proporre. Chi ha dai 25 ai 30 anni spesso non sa distinguere neppure le diverse leghe! E per un anello così importante devi conoscere tutto ciò che c’è dietro… Con l’aiuto di un particolare software, in modo semplice, agli sposi viene spiegato tutto. Per esempio da quando non si utilizza più il nickel nell’oro bianco gli anelli ingialliscono molto di più rispetto al passato e necessitano di ripetere spesso il bagno galvanico di rodiatura. Se si vuole una lega che rimanga fedele nell’aspetto, si può scegliere il platino, il palladio o una lega oro e palladio, spendendo anche solo 30, 40 euro in più.

DALLE FIRME ALLE IMPRONTE DIGITALI

Nelle fedi tradizionali è difficile che lo stesso anello venga proposto in tutti i materiali. In questo caso la fede viene progettata dagli sposi e sarà realizzata in base ai loro desideri. Potranno sceglierne la forma, le larghezza, lo spessore dei materiali, la combinazione di leghe diverse e poi ancora scavi ed intarsi, l’incastonatura di una pietra e la tecnica usata, fino a personalizzare le loro
fedi con la loro firma, dediche, addirittura con una traccia audio di particolare significato o con un’impronta digitale! Credetemi, non è troppo difficile, ma è un percorso anche divertente per gli sposi, che in genere sono entusiasti. Tutto questo è possibile grazie ad un software interfacciato con le nostre macchine. Agli sposi mettiamo a disposizione delle immagini e anche una sessantina
di campioni perché possano farsi un’idea dalla quale partire. A Verona un nostro concessionario ha dedicato addirittura un intero piano del negozio per accogliere gli sposi nel momento della
progettazione. I miei sabati li trascorro spesso, molto volentieri, aiutando gli sposi a scegliere, collegato via web!

IDEE BIZZARRE

Il nostro progetto è cresciuto assieme agli sposi, proprio per accontentare le loro idee, a volte anche particolari. Come la sposa che ha chiesto che la fede riportasse i colori della squadra del cuore del marito! Un’altra desiderava che la fede, realizzata in due colori – un terzo di un colore e due terzi in un altro – rimanesse ferma in quella posizione e che, girandola con le dita, apparisse al contrario. Per questo è stata progettata in una forma leggermente quadrata. In ogni caso vanno molto le firme, le frasi d’amore, anche un “ti amo” in latino e spesso delle parole vengono incise anche all’esterno dell’anello.

MA LE FEDI NON LE REGALANO I TESTIMONI?

Certo, ancora oggi si usa così, anche se non è tassativo e sempre più spesso le acquistano direttamente gli sposi. In genere, anche per non mettere in imbarazzo i testimoni, a loro si addebita il costo dell’anello pulito, come fosse una fede tradizionale, mentre gli sposi pagano le personalizzazioni, cioè le lavorazioni o le pietre che vorranno aggiungere per rendere le loro fedi uniche. E’ un modo per rendere anche più trasparente il costo della fede. L’idea della quale sono orgoglioso che stiamo proponendo con successo, è dedicata a quelle coppie che sempre più spesso si sposano
dopo aver già creato una loro famiglia, dunque con i bambini. Per i più piccoli proponiamo una piccola fede, uguale a quella scelta dai genitori, con i nomi di mamma e papà, da portare come ciondolo a ricordo di questo grande evento, per dire “c’ero anch’io”.

UNA FEDE PER SEMPRE

Creiamo delle fedi personali, come fossero realizzate da un artigiano, ma tecnologicamente perfette. E per questo c’è bisogno di avere alle spalle un’azienda con grandi capacità tecniche. Per esempio gli anelli si ottengono da un tubo trafilato meccanicamente, per avere il massimo della resistenza e compattezza. E poi la tecnologia laser permettere di riprodurre fedelmente ogni particolare che si voglia aggiungere, senza il rischio che le incisioni possano consumarsi nel tempo, anche quelle esterne. Sono orgoglioso di questo mio progetto che sta funzionando molto anche all’estero, soprattutto in Inghilterra e a Malta. Lo sono anche perché credo nel matrimonio e per anni ho aiutato le coppie nei corsi di formazione prematrimoniali. Un consiglio? Fateli, se sono organizzati bene, perché vi aiuteranno ad affrontare il cammino della vita a due, che spesso non è facile. La mia fede? Sottile, in tre colori con scavo in oro bianco centrale. Unica®, naturalmente!


© copyright Juma Magazine 2015 - Sito realizzato da CRABBIT

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial